Il rarissimo diamante "matrioska": il primo esemplare al mondo di una pietra dentro l’altra

line
Se trovare diamanti è già di per sé un'impresa difficile, trovarne addirittura due, uno incastonato nell’altro, è una rarità praticamente irripetibile.
È quello che è accaduto a ottobre scorso in una miniera russa della Siberia della Società ALROSA, dove è venuto alla luce matrioska, un piccolo diamante - che si stima abbia un'età di circa 800 milioni di anni - al cui interno vi è un altro diamante che si muove liberamente.

Dimensioni e valore
Le sue dimensioni? Si tratta di un diamante piuttosto piccolo: pesa 0,124 grammi (0,62 carati), con dimensioni massime di 4,8 per 4,9 per 2,8 millimetri, mentre il diamante al suo interno pesa 0,004 grammi (0,02 carati) e misura 1,9 per 2,1 per 0,6 millimetri.
Difficile stabilire invece il suo valore perché per quanto è noto sapere al momento non esiste un altro diamante del genere, il che rende questa creazione davvero unica in natura: si potrebbe quindi dire che il suo valore è attualmente inestimabile.


Video: http://eng.alrosa.ru/

L'origine
I diamanti sono cristalli di atomi di carbonio che si formano nelle profondità della Terra, in una porzione del mantello compresa tra i 150 e i 250 km circa, a condizioni di temperatura e pressione elevatissime. Il processo di formazione del diamante matrioska è avvenuto in maniera piuttosto peculiare.
Secondo il GIA (l'istituto gemmologico statunitense), che ha esaminato la pietra nel suo laboratorio di New York, circa 0,11 carati di diamante si sono dissolti attraverso due piccoli canali che si estendevano dalla superficie del diamante alla sua cavità interna. Il materiale diamantato rimanente ha creato quindi un cristallo da 0,03 carati, che è completamente staccato e si muove liberamente all'interno del suo guscio di diamante esterno.